Per cambiare gli infissi ti occorrono queste 5 informazioni.

Negli ultimi periodi la sostituzione degli infissi ha raggiunto dei livelli di attività inaspettati. Questo dipende da diverse ragioni, a partire dagli incentivi, ma non solo.

Trascorrere più tempo nelle nostre case ci ha portato a dare maggiore valore ai nostri spazi e agli elementi che li compongono.

Negli anni passati si è sempre sottovalutata l’importanza di finestre e porte dal punto di vista del risparmio energetico, ad esempio, ma anche dell’estetica e della sicurezza.

Oggi vogliamo concentrarci sui 5 punti fondamentali che dovreste approfondire, per effettuare una scelta consapevole.

Affrontiamo il tema sotto diversi aspetti, da quello economico a quello più pratico.

Ma procediamo e vediamo quali sono questi punti essenziali nella sostituzione degli infissi:

  1. Quanto costa cambiare gli infissi di un appartamento?
  2. Quali sono le caratteristiche degli infissi da considerare?
  3. Di quali detrazioni per sostituzione infissi posso usufruire?
  4. Quando conviene cambiare gli infissi di casa?
  5. A chi rivolgersi per la sostituzione degli infissi in maniera sicura?

Con poco meno di 3 minuti di lettura avrai un quadro più completo per la tua decisione.

Quanto costa cambiare gli infissi di casa?

Questa domanda, inutile girarci intorno, è sicuramente quella che ci viene immediatamente in mente nel momento in cui dobbiamo cambiare gli infissi di casa.

D’altronde le finestre non sono certo elementi di una casa che cambiamo più spesso.

Anzi. Diciamo che la durata media di un infisso si aggira intorno ai 30 anni.

A proposito di questo ci teniamo a ricordarvi che la durata stessa dei serramenti non è una cosa oggettiva ma dipende da tanti fattori. Quindi ognuno di noi può effettuare delle scelte e delle accortezze in grado di far durare di più i propri infissi. 

Ma su questo ci concentreremo alla fine di questo articolo.

Perciò, presta la massima attenzione a queste prossime righe, siamo sicuri che alla fine sarai un po’ meno confuso sul da farsi.

Quanto può costare cambiare gli infissi oggi al netto delle agevolazioni vigenti?

Gli infissi vengono scelti in base alle esigenze. Ogni materiale, ricordiamolo, risponde a delle esigenze diverse offre vantaggi diversi. Nella nostra pagina prodotti puoi approfondire le caratteristiche di infissi in pvc, alluminio e alluminio legno.

In base al materiale il costo degli infissi piò variare nelle seguenti misure: 

Caratteristiche tecniche infissi alluminio legno

Questa tipologia di infissi è quella che si trova nella fascia di prezzo più alta delle categorie di serramenti.

Questa elevatezza di prezzi dipende dalle lavorazioni necessarie per assemblare i due diversi materiali in modo da formare un corpo unico e compatto, in grado di assolvere alle funzioni di isolamento termico-acustico, rispettando specifici canoni stilistici.

Gli infissi in alluminio legno offrono, a livello di prestazioni energetiche l’isolamento termico dell’alluminio, affiancato falla bellezza estetica del legno.

Funzionalità ed estetica garantiscono un prodotto di eccellenza che giustifica prezzi un po’ più elevati.

Infissi in alluminio caratteristiche tecniche

Nella fascia intermedia troviamo la categoria degli infissi in alluminio.

Qui la spesa prevista si stabilisce in un intervallo medio-alto. 

Con gli ultimi stravolgimenti sul mercato globale si è assistito ad una rapida ascesa dei prezzi di questo materiale. Perciò anche il prezzo dei serramenti in alluminio è stato riadattando e adeguato ai trend mondiali, riportando importanti accrescimenti.

Gli infissi a taglio termico in alluminio sono una soluzione adatta sia agli interni che agli esterni, perché garantiscono un riparo assoluto dal freddo e dal caldo grazie ai bassi valori di trasmittanza termica che distinguono questi materiali.

Il design degli infissi in alluminio si adatta a diverse tipologie di arredo e conformazione stilistica, e quindi risultano versatili e sempreverdi.

Caratteristiche tecniche Infissi in pvc

Nell’ultima fascia, definita sul parametro del costo in base al materiale, troviamo gli infissi in pvc. Il pvc è uno dei materiali più utilizzati al mondo, in maniera eterogenea e trasversale sui diversi mercati.

Il suo utilizzo per la realizzazione degli infissi risponde alle necessità specifiche della durata nel tempo e, per l’appunto, dei prezzi più competitivi.

Infatti, rispetto ai suoi concorrenti (alluminio legno e alluminio) il pvc osserva dei prezzi inferiori confermandosi come scelta più agevole e commerciale per numerosi utenti.

Oggi le caratteristiche tecniche degli infissi in pvc, che lo rendono isolante e resistente al tempo e agli agenti atmosferici, incontrano nuove soluzioni di design. Infatti si sta diffondendo la tendenza ad acquistare infissi in pvc che abbiano rivestimenti e versioni in grado di renderli più gradevoli.

Un’evoluzione non da poco per chi cerca l’efficienza e anche un po’ di gusto.

Ricapitolando, in una scala gerarchica dei prezzi le varie tipologiedi infissi si posizionano nel modo seguente:

  1. Infissi in alluminio legno
  2. Infissi in alluminio
  3. Infissi in pvc

Aspetta però. Questa classifica non è del tutto corretta.

In realtà i fattori che vanno a determinare il prezzo degli infissi oggi sono condizionati da un elemento imprescindibile: la tipologia di vetrocamera per infissi che viene utilizzata.

In base alla struttura del vetro inserita nella cornice degli infissi il prezzo può variare notevolmente.

Ovviamente il costo sarà più elevato quante più vetrocamere saranno utilizzate.

Un altro fattore di incidenza è costituito dalla presenza del taglio termico.

Vogliamo specificare che queste sono delle sommarie linee guida per orientarsi nella selezione degli infissi.

Ciò non toglie che ogni azienda applica i prezzi in base ai propri casi specifici e in base a parametri contingenti.

Sostituzione infissi detrazioni possibili

Come abbiamo accennato prima, il costo degli infissi oggi riceve degli sgravi grazie all’introduzione di agevolazioni specifiche per la loro sostituzione.

Queste agevolazioni sono concesse in funzione della necessità di un miglioramento generale dell’efficienza energetica degli edifici.

Sostituire gli infissi è un investimento in termini di efficientamento energetico e di risparmio in bolletta.

I bonus previsti per gli infissi sono:

Superbonus 110%: nel caso in cui vi sia l’occorrenza di interventi trainanti (vedi articolo) si può usufruire di questa agevolazione sugli infissi con una detrazione totale

Ecobonus con sconto in fattura del 50%: nel caso in cui non vi siano interventi trainanti si può comunque usufruire di uno sconto diretto sulla fattura pari alla metà dell’ammontare della fattura

Bonus infissi: si può usufruire di questa agevolazione sulla sostituzione di infissi già esistenti portando la spesa in detrazione del 50% sulla dichiarazione dei redditi

Come fare per evitare disagi in casa durante i lavori?

Terminata l’analisi degli aspetti prettamente economici della sostituzione degli infissi rivolgiamo la nostra attenzione ad un altro argomento, non meno importante e fonte talvolta di importanti seccature.

Quante volte avete rinunciato ad apportare delle modifiche nella vostra abitazione solo al pensiero dei disagi annessi e connessi?

Pensateci. Dal montare una mensola, dall’appendere una cornice fino a interventi più importanti.

La soluzione c’è e non è di certo quella di lasciare tutto nello stato in cui si trova.

Durante i diversi corsi di formazione su cui abbiamo costruito la nostra professionalità c’erano delle tematiche specifiche che riguardavano proprio il rapporto con il cantiere.

I punti chiave di queste tematiche erano: tempistica, necessità e pulizia.

Tempistiche lavori di ristrutturazione e montaggio infissi:

gli interventi hanno delle durate medie di esecuzione, che in situazioni ottimali vengono rispettate solo da operatori con formazioni e qualifiche specifiche.

Necessità:

Nell’esecuzione dei lavori occorre calibrare la necessità di ogni operazione, calibrarla in relazione alle altre cercando di ottimizzare le prestazioni di ognuno e individuando il modo più efficiente per portarla a termine.

Pulizia:

può sembrare banale, ma non lo è. Un cantiere mantenuto in ordine e pulito regolarmente è la garanzia di una tempistica migliore e soprattutto della vivibilità degli spazi circostanti.

Come può esserti utile questo concetto?

Senza perderci in altri dettagli, ciò che a te interessa sapere è che un lavoro fatto nei tempi e nelle modalità giuste è un investimento minore del tuo tempo e del tuo lavoro, e quindi del tuo denaro.

Rivolgiti a chi, come noi, ha raggiunto il suo standard di lavoro attraverso dei corsi professionalizzanti, perché l’improvvisazione ha un costo, e sei tu a pagarlo.

Quando conviene cambiare gli infissi?

All’inizio del nostro articolo abbiamo specificato quanto, a parità di qualità, la durata degli infissi possa variare di molto in base alle condizioni soggettive.

Cosa vuol dire questo?

Che le abitudini rispetto a questi elementi possono condizionare di molto la loro durata.

Facciamo un esempio. Se siamo soliti effettuare una corretta manutenzione dei nostri infissi questi ci ripagheranno profusamente in durata.

Detto ciò possiamo anche affermare che talvolta l’alterazione dei serramenti può essere dovuta agli effetti degli agenti atmosferici. Soprattutto, ovviamente, in zone climatiche severe.

Perciò, vi chiederete voi

Qual è il momento migliore per cambiare gli infissi? E quando conviene cambiare gli infissi invece di ristrutturarli?

Dovremmo decidere di sostituire i nostri infissi quando:

  1. Ci rendiamo conto che pur prestando attenzione ai consumi in casa i costi in bolletta restano elevati. In questi casi molto probabilmente vi è una dispersione di calore causata dai vecchi sertramenti.
  2. Quando, oltre che al livello funzionale, hanno raggiunto il loro limite. Questo perché le due funzioni sono strettamente collegate, e poi chi vuole possedere dei ruderi in casa quando abbiamo delle soluzioni di design?
  3. Quando ci rendiamo che possiamo sfruttare la sostituzione degli infissi per aumentare il valore dell’abitazione, nei casi in cui questa sia soggetta a passaggio di proprietà o d’uso.
  4. Ed infine, perché no, quando vengono messi a disposizione dei bonus dedicati utili ad un risparmio cospicuo per l’acquisto di installazioni di valore.

Ricorda però, che tutte queste considerazioni è difficile farle da solo.

E per capire se è giunto il momento di cambiare i tuoi vecchi infissi è consigliabile rivolgersi sempre ad un serramentista onesto, che possa consigliarti nel modo giusto.

Sul nostro blog sono presenti guide sulla scelta degli infissi per la propria casa e puoi compilare i moduli o contattarci direttamente via chat se vuoi ricevere qualche consiglio da parte nostra.

Ti invitiamo a farlo, porte e finestre possono servirci più di quanto pensi nella gestione della nostra casa.

Loading...